PD

Il portale del Partito Democratico di Rimini

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD di Rimini accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Trasparenza  |  Il Partito  |  Il PD nelle Istituzioni  |  Rassegna Stampa  |  Materiali  |  Contatti  |  Circoli  |
Feed RSS 
Partito Democratico - Rimini
  lunedi 17 giugno 2019 Partito Democratico Rimini
| Politiche 2013 | Amministrative 2013 | Area Feste | Iniziative ed eventi | Conferenza Donne | Giovani Democratici | Link |
Trivellazioni in Adriatico, dichiarazione di Tiziano Arlotti "Il governo dovrebbe fare scelte decise e abbandonare quel modello e pratica di trivellazioni"

25 gennaio 2016

Pubblicato in: Comunicati Stampa

Trivellazioni in Adriatico, dichiarazione di Tiziano Arlotti

"Il governo dovrebbe fare scelte decise e abbandonare quel modello e pratica di trivellazioni"

 

Rimini, 22 gennaio 2016 - "Sul tema delle trivellazioni in Adriatico sono intervenuto sin dal mio insediamento con un’interrogazione e con la firma della la risoluzione in commissione Ambiente della Camera che ha impegnato il Governo a sospendere qualsiasi procedura estrattiva entro le 12 miglia dalla costa. La Legge di stabilità, recependo il tema e stabilendo che non è possibile effettuare ricerche petrolifere entro 12 miglia dalla costa, ha senz’altro segnato un positivo passo in avanti rispetto alle originarie previsioni del decreto Sblocca Italia. Anche grazie alle modifiche introdotte con la Legge di stabilità, cinque degli iniziali sei quesiti referendari sono stati dichiarati inammissibili dalla Cassazione prima e dalla Corte costituzionale poi. Rimane quindi solo il quesito sulla durata delle autorizzazioni a esplorazioni e trivellazioni dei giacimenti in mare già rilasciate.

Il referendum è uno strumento che va rispettato, anche come confermato dalle modifiche del titolo V della Costituzione. Ritengo quindi che ora, anche sulla scia di quanto sancito a Parigi nel COP21, il governo dovrebbe fare scelte decise e abbandonare quel modello e pratica di trivellazioni, facendo l'ultimo passo con una nuova norma dopo essere già andato incontro ad alcuni dei quesiti posti dalle Regioni. Lavorare per modificare provvedimenti come lo Sblocca Italia non è semplice, ma ha già dato una parte consistente di risultati. Ora ci sono le condizioni per un ulteriore passaggio.

La scelta di consentire le geoesplorazioni è stata una scelta politica sbagliata: all’Italia non servono nuovi giacimenti petroliferi, vista anche la grande abbondanza di petrolio che c’è sul mercato e il suo prezzo. Dobbiamo invece spingere sulla decarbonizzazione, sull’efficientamento del patrimonio edilizio, sulle rinnovabili. Dobbiamo portare avanti gli obiettivi della macro regione Adriatico-ionica, che basano lo sviluppo sulla qualità ambientale, il turismo sostenibile, la salvaguardia delle acque e della loro biodiversità. In questo contesto il lavoro portato avanti dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini è  fondamentale, e lo sarà ancor di più nella sua veste di presidente della Conferenza delle Regioni". 

 

Tiziano Arlotti

Deputato PD

Rimini

 

 

---

Ufficio stampa      

Giorgia Gianni          

giornalista professionista          
giorgia.gianni@gmail.com          
+39 347 7540577



TAGS:
trivellazioni adriatico.arlotti tiziano |  modificare sblocca italia | 

Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Iscriviti al PD
Agenda Appuntamenti
« Giugno 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
      1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Visualizza: 11 feste »  
Ricerca nel sito
»

iniziative ed eventi rimini attualità giovani democratici attualità petitti pd comunicati stampa
Link utili
 Partito Democratico di Rimini - Via Beltramelli, 5/B - 47923 Rimini - Tel: 0541 381010 - Fax: 0541 381221 - C.F. 03710600408  - Privacy Policy
Il sito web di PD Rimini non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto